mppu international

twitterfacebook

14 febbraio 2019, Roma - 42° Consiglio direttivo dell’IFAD - sede dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO). 

Dobbiamo "mettere concretamente la tecnologia al servizio dei poveri", ha affermato Papa Francesco. "Le nuove tecnologie non devono andare contro le culture locali e le conoscenze tradizionali, ma devono essere ad esse complementari ed agire in sinergia". 

"Oggi più che mai dobbiamo unire le nostre forze, raggiungere consenso e rafforzare i nostri legami. Le sfide attuali sono così intricate e complesse che non possiamo continuare a confrontarle in maniera sporadica e con soluzioni di emergenza", ha affermato. 

Ha anche incoraggiato il coinvolgimento diretto delle persone colpite dalla povertà e dalla fame nei processi decisionali “in modo che possano essere essi stessi gli architetti responsabili della propria produzione e del proprio progresso”.

"Dobbiamo permettere che ogni persona, in qualsiasi comunità sia in grado di sfruttare pienamente il proprio potenziale, al fine di vivere una vita umana che sia degna di questo nome", ha aggiunto.

 

Nei giorni precedenti aveva avuto luogo il quarto meeting mondiale del Forum dei Popoli Indigeni presso IFAD, e aveva messo a fuoco la promozione del patrimonio di conoscenze e innovazione dei popoli indigeni in vista della resilienza ai cambiamenti climatici e allo sviluppo sostenibile. 

FONTE: www.ifad.org

condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 

To follow us, just find

  Europe time to dialogue

on Facebook

Pubblicazioni

Disarmo

 co governance

17-20 GENNAIO 2019

Castel Gandolfo

Roma - Italia

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.